Cure induratio penis Roma

Gli strumenti di diagnosi per scoprire la malattia di La Peyronie

La diagnosi e l'inquadramento clinico si avvalgono dell'ecodoppler e della RMN che indagano e valutano l'estensione della placca e il grado di curvatura del pene.

La terapia non chirurgica e chirurgica

I trattamenti proposti nella terapia medica della malattia di La Peyronie sono vari ma nessuno di questi può essere ritenuto sicuramente efficace ai fini della riduzione del dolore, delle dimensioni della placca e dell'incurvamento.

Se la terapia medica non riscontra successi rispetto all'incurvamento, va affrontata con la chirurgia.

La terapia chirurgica

Tre sono gli interventi possibili:

1) corporoplastica: plastica di raddrizzamento del pene senza interventi sulla “placca” fibrosa; questo tipo di intervento è indicato in casi di incurvamento di grado non particolarmente accentuato con lunghezza del pene tale da consentire il raddrizzamento senza che si verifichi un accorciamento marcato del pene

2) plastica di raddrizzamento (corporoplastica) del pene mediante asportazione o, più frequentemente, incisione della placca con innesto di tessuto biologico; questo intervento è riservato a soggetti con incurvamento di grado severo con contemporaneo accorciamento fibrotico del pene, nei quali non siano stati riscontrati disturbi dell’erezione o nei quali l’età o la presenza di fattori di rischio vascolare non lasci prevedere una diminuzione della funzione erettile nel periodo successivo all’intervento; il tessuto che sono solito utilizzare è rappresentato da un lembo di vena prelevato dalla coscia, la vena safena; le immagini dimostrano la correzione chirurgica mediante incisione della placca e innesto di vena safena di un incurvamento dorsale del pene.

3) impianto di una protesi peniena; nella maggior parte dei casi l’impianto di una protesi peniena è per sé sufficiente a determinare il raddrizzamento del pene; nei casi in cui sia presente un incurvamento residuo marcato si procede nel corso dello stesso intervento all’esecuzione di una plastica cosiddetta complementare di raddrizzamento del pene; questo intervento è indicato in soggetti in cui l’incurvamento penieno si associ alla disfunzione erettile o nei quali l’età del Paziente faccia ipotizzare la possibilità di comparsa di Disfunzione Erettile successivamente all’intervento Pene curvo congenito.

malattia induratio penis

Il pene curvo congenito è la malformazione congenita del pene caratterizzata da una asimmetria di sviluppo dei 2 corpi cavernosi che formano l'asta. Il pene può avere una curvatura in qualsiasi direzione, ma nella maggior parte dei casi la curva è rivolta verso il basso.

La curvatura può essere di diversa gravità: quando crea un ostacolo alla attività sessuale è consigliato l'intervento chirurgico. Raddrizzamento del pene L'intervanto chirurgico consiste nell'incisione e asportazione di una asola a forma di ellisse di tessuto dei corpi cavernosi sulla superficie controlaterale alla curvatura. Il raddrizzamento del pene consente di avere una attività sessuale soddisfacente ma determina un accorciamento di circa 1 cm.

Come si riconoscono i sintomi della malattia di La Peyronie?

I sintomi della malattia di La Peyronie possono comparire improvvisamente o gradualmente e si dividono in due fasi tendenzialmente tipiche dell'evoluzione della malattia.

Sintomi classici della fase iniziale del disturbo dell'Induratio Penis Plastica sono: 

- dolore del pene in erezione
- parestesie locali
- comparsa di noduli o placche di indurimento nella tonaca albuginea del pene.

sintomi disturbo induratio penis

Nelle fasi più avanzate, i sintomi sono:

- deformazione progressiva del pene fino alla retrazione.

la curvatura o la deformità possono gradualmente peggiorare nei primi 6- 18 mesi. Il dolore più spesso si verifica con l'erezione durante i primi 6- 18 mesi dopo l'insorgenza dei sintomi. Il dolore associato alla malattia di La Peyronie può verificarsi anche durante l'orgasmo, o quando il pene viene toccato anche se non è eretto. Il tessuto cicatriziale risiede sotto la pelle del pene e si può avvertire come una zona di tessuto duro.

Altri sintomi includono la difficoltà a raggiungere o mantenere un'erezione (disfunzione erettile) e l'accorciamento del pene.

Disturbo dell'Induratio Penis Plastica

La malattia di La Peyronie - anche detta Induratio Penis Plastica - è un disturbo del tessuto connettivo del pene di cui ancora non si conosce la causa.

Le caratteristiche di questa malattia sono:

- Ispessimento infiammatorio
- aumento della produzione di collagene
- diminuzione della quantità di fibre elastiche
- fibrosi con successiva calcificazione 

In pratica la condizione della malattia comporta la formazione di una placca fibrotica e, successivamente, calcica - nella Tunica Albuginea che circonda i corpi cavernosi del pene, causandone una deformazione o deviazione e un accorciamento del pene, quando eretto.

Il primo ad occuparsi di questo disturbo fu François Gigot de la Peyronie - nel 1743 - da cui deriva il nome che si dà alla malattia stessa. 

disturbo induratio penis

Quali sono le cause e gli effetti del disturbo dell'Induratio Penis?

Gli effetti riguardano la qualità dei rapporti sessuali, che possono diventare in casi acuti anche molto dolorosi.

Fra le cause, una probabile sembra essere quella di ripetuti traumi vascolari del pene durante i rapporti sessuali, come anche la predisposizione genetica. Altri studi suggeriscono un legame di questo disturbo con bassi livelli di testosterone. Co-fattori possibili fra le cause sono: ipossia, infezioni, farmaci (amiodarone), cateteri vescicali portati a lungo.

L'incidenza della malattia sembra riguardare un'età media di circa 50 anni, ma non mancano casi di pazienti in età adolescenziale. Questi tendevano ad avere un maggior numero di placche e una maggiore incidenza dei livelli di HbA1c sopraelevati. 

La malattia puà avere un decorso graduale oppure essere più o meno veloce; vi possono essere condizioni di peggioramento rapido con conseguenze di impotenza, oppure di guarigione post trattamento.