L'importanza della riabilitazione cardiovascolare dopo un evento cardiaco

Lo Studio Medico Specialistico è autorizzato alla riabilitazione cardiovascolare.

Il protocollo d'ingresso, in parte convenzionato con il SSN,prevede:riabilitazione cardiovascolare

visita con elettrocardiogramma

ecocardiocolor

prova sotto sforzo

terapia riabilitativa ambulatoriale con fisioterapista.

L'obiettivo dell'intervento di riabilitazione cardiologica è quello di conservare una condizione la più vicina possibile allo "stato di salute", prevenendo effettivamente la progressione della malattia, promuovendo la riduzione degli eventi cardiovascolari (prevenzione secondaria) e favorendo nel contempo il processo di recupero. La riabilitazione cardiovascolare combinando la prescrizione dell'attività fisica con la modificazione del profilo di rischio dei pazienti, ha come fine quello di ridurre i sintomi legati alla malattia, di migliorare la capacità funzionale, ridurre la disabilità, favorire il reinserimento lavorativo, in altri termini migliorare la qualità di vita, ma anche definire e ridurre il rischio di nuovi eventi cardiovascolari.

Questi obiettivi si realizzano mediante un globale approccio diagnostico-valutativo e di trattamento, di cui l'esercizio fisico costituisce solo una componente. Il programma riabilitativo deve essere elaborato e condotto da personale competente e dedicato, capace non solo di prescrivere esercizi fisici appropriati, ma anche di promuovere educazione sanitaria e consapevolezza del proprio stato di salute. A tale scopo è necessario che molteplici competenze professionali siano coinvolte nella realizzazione dei programmi riabilitativi: cardiologo, terapista della riabilitazione, psicologo, dietologo ed altre figure pertinenti. Le categorie di pazienti a cui è rivolto il trattamento di riabilitazione cardiovascolare sono: pazienti dimessi dopo un infarto miocardico, pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca, pazienti con scompenso cardiaco.