Esposizione al sole: rischi, benefici e consigli per proteggersi

L'estate è arrivata, scoprite i consigli per un'abbronzatura responsabile...

 

Il sole è la fonte principale di energia e i benefici che ne derivano sono notevoli. L’esposizione alla lucesolare, se nelle giuste dosi, stimola la sintesi cutanea di vitamina D, migliora l’umore ed è un utile coadiuvante per alcune patologie dermatologiche

L’esposizione al sole non controllata, però, è responsabile anche del fotoinvecchiamento e dello sviluppo del tumorecutaneo attraverso l’azione nociva svolta dai raggi ultravioletti UVA e UVB durante irraggiamento e pertanto si rende fondamentale l’utilizzo di fotoprotettori.  


E’ bene tenere presente che le radiazioniultraviolette colpiscono e agiscono sulla nostra pelle non solo quando siamo in vacanza in spiaggia o in montagna, ma anche passeggiando, lavorando e/o facendo sport all’aria aperta, dunque occorre proteggersi tutto l’anno, facendo particolare attenzione alle zone anatomiche sempre esposte come il volto e il dorso delle mani.  

La scelta del fattoreprotettivo va personalizzata in base al fototipo, alla storia personale e familiare del paziente per tumoricutanei, in base alla sede corporea da proteggere e alla stagione in cui ci troviamo. 

La visitadermatologica annuale per il controllo nevi è fondamentale per la corretta prevenzione dei tumoricutanei. Solitamente si svolge quando la cute non è abbronzata osservando clinicamente tutti i nevi e nei casi indicati si esegue l’epiluminescenza o mappatura, che consente di approfondire e confrontare nel tempo i nevicutanei sospetti.



Dr. Antonino Fardella

Specialista in Dermatologia e Venereologia